Wednesday, July 26, 2017

SOSTENERE UN’ISTRUZIONE EFFICACE SULLA DROGA


L’ELEMENTO PIÙ DISTRUTTIVO PRESENTE  nella nostra CULTURA ATTUALE 
è LA DROGA


Facendo riferimento all'impatto devastante della droga sulla società, L.Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”. 

Questa affermazione porta alla sua successiva valutazione sul ruolo che l’uso di droga gioca nella disgregazione del tessuto sociale: “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”.

La Chiesa e i suoi fedeli si dedicano a sradicare l’uso di droga attraverso una vasta campagna di prevenzione che include l'elemento fondamentale dell'istruzione 

Tuesday, January 10, 2017

LA CHIESA DI SCIENTOLOGY E LA CAMPAGNA "LA VERITA' SULLA DORGA"




Facendo riferimento all’impatto devastante della droga sulla società, l’autore, umanitario e fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”. Questa affermazione porta alla sua successiva valutazione sul ruolo che l’uso di droga gioca nella disgregazione del tessuto sociale: “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”. 

La ricerca di L. Ron Hubbard in questo campo ha portato al mondo anche soluzioni senza precedenti per la riabilitazione dalla droga. Questo, a sua volta, ha spronato la Chiesa e gli Scientologist a dare il via al programma La Verità sulla Droga, tramite il quale, da circa  due decenni, lavorano per informare correttamente milioni di persone sugli stupefacenti.

La Chiesa e i suoi fedeli si dedicano a sradicare l’uso di droga attraverso l’istruzione e sollecitano la partecipazione di tutti coloro che condividono l’obiettivo di un mondo libero dalla droga.


Wednesday, September 14, 2016

Sport e Prevenzione alle Olimpiadi 2016 - Un milione di opuscoli antidroga distribuiti a Rio de Janeiro e San Paolo

Le Olimpiadi 2016 si sono concluse da poco e molti hanno ancora negli occhi le immagini delle imprese di campionissimi come Usain Bolt e Michael Phelps e le medaglie vinte dai nostri atleti .

Lo sport è sempre stato veicolo di valori e modelli positivi ai cui tanti giovani si sono ispirati e continuano a ispirarsi per incanalare le loro passioni e ambizioni.

Per molti altri invece quelle passioni si sono spente con l’accendersi del primo spinello e ogni loro ambizione è stata spazzata via dai devastanti effetti di qualche tipo di stupefacente come la cocaina, il crack o l’ecstasi.

E’ per questo che nello stesso periodo delle Olimpiadi a Rio De Janeiro e a San Paolo si sono dati appuntamento anche migliaia di giovani per lanciare una massiccia iniziativa di prevenzione all’uso di droga e in particolare al consumo di crack, fenomeno che in Brasile è epidemico e che, tra il 2002 e il 2012, ha causato un aumento del 166 percento di omicidi.

Raccogliendo l’appello lanciato dalla Foundation for a Drug-Free World,  con sede a Los Angeles, giovani di fede cattolica, battista, avventista, metodista, di Scientology e di gruppi locali, inclusa la protezione civile, hanno distribuito in pochi giorni un milione di copie degli opuscoli “La verità sulla droga”, appositamente stampati in portoghese, in specifiche aree delle due metropoli brasiliane.


Mentre noti atleti si prestavano per diffondere il messaggio antidroga tramite la loro immagine, i volontari antidroga, armati di cappellino e dell’inconfondibile T-shirt verde, si sono addentrati nelle strade di Rio De Janeiro e San Paolo, inclusi i vicoli di Sao Joao, una delle favelas di Rio dove indigenza, droga e violenza sono fattori ineludibili della quotidiana lotta per la sopravvivenza.

“Questo è solo l’inizio” ha detto Ambra Calzolari, italiana, direttrice della
Foundation for a Drug Free World, illustrando i materiali informativi al sig. Eduardo Da Costa Paes, sindaco di Rio De Janeiro: “Continueremo con questa campagna fino a quando la devastazione che la droga sta causando in Brasile sarà terminata.”

La
Foundation for a Drug-Free World è un’associazione laica, senza scopo di lucro, che intende responsabilizzare giovani e adulti in merito alla droga, fornendo informazioni precise al fine di metterli nelle condizione di fare una scelta informata e vivere senza bisogno di ricorrere a nessun stupefacente. 

Collaborando con gruppi civici e organizzazioni non governative di ogni parte del mondo, la Fondazione ha prodotto e distribuito 7 milioni di copie dell’opuscolo “La verità sulla droga” durante l’ultimo anno e circa 80 milioni dal 2006, quando venne prodotto per la prima volta.

Ispirati dalle opere di L. Ron Hubbard, gli scientologist sostengono da anni le attività della
Foundation for a Drug-Free World e continueranno a farlo perché non c’è vera libertà nell’inconsapevolezza e irresponsabilità causate dagli stupefacenti.

Wednesday, August 10, 2016

LA CHIESA DI SCIENTOLOGY CONTINUA A FINANZIARE GLI OPUSCOLI DI INFORMAZIONE SULLA DROGA


La Chiesa di Scientology ha finanziato gli opuscoli informativi  La Verità sulla droga che sono stati distribuiti dai volontari dell'Associazione Dico NO alla Droga sabato 6 Agosto nelle vicinanze di Rapallo.

Si è tenuto l'evento per dare l'occasione a tutti i fan di Radio Milano International di festeggiare il suo ritorno sul web. Sabato sera in Piazza a San Michele di Pagana accompagnati da musica e divertimento i volontari dell'Associazione Dico NO alla Droga hanno distribuito ai presenti  gli opuscoli finanziati dalla Chiesa di Scientology che spiegano la verità sulla droga e gli effetti che essa provoca a breve e lungo termine.

E' stato un'onore per la Chiesa poter dare il suo contributo per divulgare il messaggio di prevenzione droga, essendo nella società di oggi un problema diffuso tra giovani e adulti in tutto il mondo, infatti  “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale” come cita il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard.

Friday, July 22, 2016

SCIENTOLOGY E PREVENZIONE DROGA

UN’ISTRUZIONE EFFICACE SULLA DROGA

Facendo riferimento all’impatto devastante della droga sulla società, L. Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”. Questa affermazione porta alla sua successiva valutazione sul ruolo che l’uso di droga gioca nella disgregazione del tessuto sociale: “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”.  Da qui, la nascita di un Programma di prevenzione che si basa soprattutto sulla corretta informazione: un'informazione efficace sulla droga. 

La Chiesa e i suoi fedeli si dedicano a sradicare l’uso di droga attraverso l’istruzione e sollecitano la partecipazione di tutti coloro che condividono l’obiettivo di un mondo libero dalla droga.

Presso la Chiesa di Scientology a Milano, in Viale Fulvio Testi 327, è possibile informarsi sulle attività locali e richiedere le informazioni e copie del materiale informatio che viene utilizzato. Si può scrivere a: affaripubblicimilanochurchofscientology.net

Thursday, July 21, 2016

CHE COS’È L’ECSTASY?

L’ecstasy fu inizialmente sviluppata dalla casa farmaceutica Merck nel 1912.

La sua forma originale era chiamata “MDMA”. Fu usata nel 1953 dall’esercito americano nei test sulla guerra psicologica, e spuntò fuori negli anni ’60 come medicina psicoterapeutica per “ridurre le inibizioni”. Fu solo negli anni ‘70 che la MDMA cominciò ad essere usata come droga ricreativa.

All’inizio degli anni ’80, veniva invece promossa come “la più grande novità nella continua ricerca della felicità tramite la chimica” e “la droga di moda” per molte feste del fine settimana. Ancora legale nel 1984, la MDMA veniva venduta con il nome commerciale di “ecstasy” ma dal 1985 è stata proibita per ragioni di sicurezza per la salute.
Alla fine degli anni ’80, l’ecstasy è diventato un termine di “marketing” generico, che per coloro che la spacciano indica una droga di “tipo ecstasy” che, in realtà, può contenere pochissimo MDMA o addirittura nulla. Anche se la MDMA produce effetti dannosi, ciò che oggi viene chiamata ecstasy può contenere un grande miscuglio di sostanze: da LSD, cocaina, eroina, anfetamine e metanfetamine, a veleno per topi, caffeina, sostanze per eliminare parassiti intestinali dai cani, ecc. Nonostante i loghi attraenti che gli spacciatori mettono sulle pastiglie, questo è ciò che rende l’ecstasy particolarmente pericolosa; chi la usa non sa mai davvero ciò che sta prendendo. I rischi aumentano quando se ne prende una dose maggiore alla ricerca di effetti avuti in precedenza, non sapendo che si sta assumendo una combinazione di droga completamente diversa. 
Di solito l’ecstasy si può trovare più comunemente in forma di pillole, ma può anche essere iniettata o presa in altri modi. L’ecstasy liquida è in realtà GHB, un sedativo che agisce sul sistema nervoso, una sostanza che si può trovare anche nei prodotti per la pulizia dei canali da scolo, detersivi per i pavimenti o solventi sgrassanti.

SOGNO O INCUBO?

  • In base all’Inchiesta Nazionale del 2007 sull’Uso di Droga e sulla Salute, circa 12,4 milioni di americani dai 12 anni in su ha provato l’ecstasy almeno una volta nella vita, che corrisponde al 5% della popolazione americana in quella fascia d’età.

  • I risultati dell’inchiesta del 2007 ha rivelato che il 2,3% degli alunni della terza media, il 5,2% degli alunni della seconda superiore e il 6,5% degli alunni della quarta superiore hanno provato l’ecstasy almeno una volta.

  • Il 92% di quelli che iniziano ad usare l’ecstasy, successivamente passa ad altre droghe come marijuana, anfetamine, cocaina ed eroina.

L’IMMAGINARIA PILLOLA DELL’AMORE
SMASCHERATA


L’ecstasy viene spesso chiamata “la pillola dell’amore” perché intensifica la percezione del colore e del suono e si suppone che amplifichi le sensazioni che si provano nel toccare o accarezzare un’altra persona, specialmente durante il sesso.
Ma spesso l’ecstasy contiene sostanze allucinogene, ossia droghe che influenzano la mente e fanno sì che si vedano o si provino cose che in realtà non esistono. Gli allucinogeni possono gettare una persona dentro un’esperienza passata spaventosa o triste, dove poi egli si blocca senza neppure rendersene conto.
L’idea dell’ecstasy come “pillola dell’amore” è solo una delle tante bugie che vengono diffuse.
L’ecstasy danneggia l’emotività e chi la usa spesso soffre di depressione, confusione, gravi stati d’ansia, paranoia

Tuesday, July 12, 2016

LSD, COS'E' VERAMENTE E CHE EFFETTI CAUSA

Facendo riferimento all’impatto devastante della droga sulla società, l’autore, umanitario e fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”. Questa affermazione porta alla sua successiva valutazione sul ruolo che l’uso di droga gioca nella disgregazione del tessuto sociale: “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”.

CHE COS’È L’LSD?
L’LSD è tra le più potenti sostanze chimiche che alterano l’umore. Deriva dall’acido lisergico, che si trova nell’ergotina, un fungo che cresce sulla segale ed altri tipi di cereali.
Viene prodotto in forma di cristalli all’interno di laboratori illegali, principalmente negli Stati Uniti. Questi cristalli vengono poi convertiti in forma liquida per la distribuzione. È inodore, incolore e ha un sapore leggermente amaro.
Conosciuto come “acido” e con molti altri nomi, l’LSD viene venduta illegalmente sotto forma di piccole pillole (“micropunte”), capsule o quadrati di consistenza gelatinosa (“window panes”). A volte della carta assorbente viene impregnata con questa sostanza e poi suddivisa in piccoli quadrati decorati con personaggi dei cartoni animati (“loony toons”). Occasionalmente viene venduta in forma liquida. Ma, indipendentemente dalla sua forma, l’LSD porta chi ne fa uso sempre allo stesso punto: una grave dissociazione dalla realtà.
Chi fa uso di LSD chiama un’esperienza con l’LSD un “trip” (viaggio). Solitamente dura circa dodici ore. Le reazioni avverse, che sono frequenti, vengono chiamate “brutti trip”, un’espressione con la quale si sottintende che si è provato l’inferno.
QUALI SONO I RISCHI DELL’LSD?
Si possono inoltre sperimentare alterazioni eccessive nell’umore, di qualsiasi tipo, dalla “gioia” improvvisa al terrore intenso. La parte peggiore è che il consumatore di LSD non è più in grado di distinguere quali sensazioni vengano create dalla droga e quali siano parte della realtà.

 Alcune persone che fanno uso di LSD sperimentano una gioia immensa che erroneamente scambiano per “illuminazione”. Non solo si dissociano dalle loro normali attività, ma sentono anche l’impulso di assumerne ancora per sperimentare di nuovo la stessa sensazione. Altri, mentre usano l’LSD, sperimentano violenti, terrificanti pensieri e sensazioni, paura di perdere il controllo, paura di impazzire e di morire e disperazione. Una volta che un brutto “trip” è cominciato, spesso non c’è modo di fermarlo e può durare fino a ore. In effetti alcune persone non si sono mai ristabilite da una psicosi indotta dall’acido. 

Assunto in quantità sufficientemente elevate, l’LSD produce illusioni e allucinazioni visive. Il senso del tempo e la consapevolezza di sé cambiano. Grandezze e forme degli oggetti diventano distorte, così come i movimenti, colori e suoni. Persino il tatto e le normali sensazioni corporee diventano qualcosa di strano e bizzarro. Le sensazioni appaiono “accavallate”, dando al consumatore l’idea di sentire colori e di vedere suoni. Tali alterazioni possono essere spaventose e causare panico. La capacità di giudizio e il senso del pericolo si deteriorano.

Effetti Fisici
  • Pupille dilatate
  • Temperatura del corpo più alta o più bassa
  • Sudori o brividi (pelle d’oca)
  • Perdita di appetito
  • Insonnia
  • Bocca secca
  • Tremori
Effetti Mentali
  • Illusioni
  • Allucinazioni visive
  • Un senso artificiale di euforia o di sicurezza
  • Alterazione del senso del tempo e della propria identità
  • Problemi di percezione della profondità
  • Problemi di percezione del tempo, percezione distorta della grandezza e forma di oggetti, dei movimenti, dei colori, dei suoni, del tatto e del corpo da parte della persona che fa uso di questa droga
  • Pensieri terrificanti e opprimenti sensazioni di ansietà
  • Paura della perdita del controllo
  • Attacchi di panico
  • Nuove allucinazioni, o il verificarsi di nuovi trip, spesso senza alcun segno di avvertimento, anche anni dopo avere assunto LSD
  • Grave depressione o psicosi