Tuesday, July 07, 2009

Le chiese di Scientology incoraggiano i cittadini ad aiutare a salvare vite umane contro l'abuso e il traffico di droga

La chiesa di Scientology Internazionale ha indirizzato le sue chiese e le sue missioni, in 165 paesi, ad unire le forze con le Nazioni Unite dal 26 giugno, Giornata Internazionale contro l'abuso e il traffico di droga, che è stata indetta dalla risoluzione 42/112 dell'Assemblea Generale delle Nazioni nel 1987 per rinforzare le azioni e la cooperazione allo scopo di eliminare l'abuso di droga.
Nell'ambito della la propria campagna sociale anti droga, , ispirata dalla scoperte di L. Ron Hubbard , la Chiesa ha realizzato un opuscolo educativo tascabile che tratta il soggetto delle sostanze stupefacenti comunemente usate, che dal 2006 è pubblicato dalla Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga. L'opuscolo ed i principi di questa campagna sono stati adottati da diversi enti, gruppi, fondazioni ed associazioni (come l'italiana Dico NO alla droga) che unitamente ai volontari della chiesa di Scientology, dal 1995 ad oggi, hanno raggiunto milioni di persone con la corretta informazione. Queste azioni di prevenzione, che verranno ulteriormente rafforzate, sono intese ad essere di sostegno alle Istituzioni che, solitamente, devono occuparsene con problemi di budget e personale piuttosto ridotti.
"Chiedete a qualsiasi tossicodipendente e vi dirà che non ha mai pianificato di diventare dipendente e che se avesse realmente capito le conseguenze dell'abuso di droga, non avrebbe mai provato la droga in primo luogo" - dice il Reverendo Bob Adams Vice Presidente della Chiesa di Scientology Internazionale.
I "numeri" dei decessi e delle malattie causate dalla droga non sono certamente rassicuranti, ma le conseguenze che si riflettono nella microcriminalità e nei costi sociali in generale, legati al problema della droga, sono forse ancora più preoccupanti. Secondo l'Ufficio delle Droghe e del Crimine delle Nazioni Unite, i più giovani sono particolarmente a rischio, con un consumo di sostanze stupefacenti due volte superiore a quello del resto della popolazione. Pare che, il fatto che le persone che assumono droghe tendono ad essere o malinformati oppure poco consapevoli dei rischi che questo comporta per la salute e la pressione dei coetanei, giochino un ruolo non indifferente.
"Il nostro programma sociale di educazione sulla droga è stato fortemente richiesto sin dai suoi inizi" - dice il Rev. Adams - "Educare sulla droga è l'arma più efficace nella guerra contro la droga e, farlo, sta salvando vite umane."
Per avere copie gratuite dell' opuscolo informativo di prevenzione alla droga si può contattare la Chiesa di Scientology più vicina o scrivere alla Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga info@drugfreeworld.org o all'Associazione (italiana) Dico NO alla droga info@diconoalladroga.org